Dead drops: il nuovo modo per scoprire le città

0

Il Dead Drops è un innovativo progetto di file sharing che arriva dagli Stati Uniti d’America.

Infatti, è stato ideato e creato dal giovane artista tedesco Aram Bartholl a New York nel 2010.

Si tratta di un funzionale sistema per condividere “peer to peer” dati in modo anonimo nei luoghi pubblici delle città, grazie a delle comuni memorie Usb che vengono cementate un pò ovunque (si possono trovare all’interno di muri, marciapiedi o palazzi, ecc..).

L’accesso ai punti di scambio è libero, quindi chiunque può consultare i dati contenuti nella pendrive, prelevarli e depositarne altri.

Basta semplicemente collegare il proprio computer, smartphone o telefonino alla presa per caricare e/o scaricare i file.

Inoltre, ogni Dead Drops é provvisto di un file “Readme” che spiega le particolarità di questa insolita iniziativa.

Il nome scelto per questo progetto, richiama il metodo utilizzato nello spionaggio, nel quale vengono scambiati messaggi o cose in un determinato luogo, senza incontrarsi personalmente.

E’ un’idea innovativa che sta riscuotendo notevole successo anche in tantissime città europee, e che punta a diventare un modo alternativo di comunicare e condividere informazioni, file audio, musica, immagini, documenti, poesie, racconti e tutto ciò che può essere concentrato in un documento informatico e trasferito su una chiavetta Usb.

Per sapere esattamente in quali Paesi e dove sono state installate le Dead Drops visitate il sito internet www.deaddrops.com e consultate la mappa.

Per avere maggiori informazioni su questo innovativo modo di comunicare cliccate qui.

Chiunque può partecipare al progetto collocando la propria pendrive in un luogo pubblico della propria città, seguendo pochi semplici passi:

  • Leggete il Dead Drops Manifesto, che spiega dove e come installare la vostra Usb.
  • Scaricate i file deaddrops-manifesto.ita e readme-ita presenti nel sito direttamente nella chiavetta, così l’utente che si collegherà potrà leggerli e capire di che cosa si tratta.
  • Inserite nella chiavetta quello che volete condividere.
  • Decidete dove piazzare la vostra Usb e collocatela mediante l’utilizzo di stucco, cemento a presa rapido o silicone alla crepa o al buco nel muro (sfruttate solo crepe esistenti, non fate voi un buco!)
  • Assicuratevi di inserire la memoria Usb in modo tale che sia sempre comodamente accessibile anche per chi non ha un cavo di estensione Usb.
  • Scattate 3 fotografie della vostra Dead Drops: una panoramica della strada, il punto della strada dove è stata inserita e un’immagine più ravvicinata.
  • Inserite l’indirizzo esatto e le fotografie scattate nel database del sito.
  • Da questo momento, tutti potranno sapere dove è stata posizionata la vostra Dead Drops visitando la pagina dedicata sul sito ufficiale.

Ne avete mai vista o posizionata una? Raccontatecelo!
SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here